Viaggio in Svizzera: comunicato di servizio

Sono passate settimane, anzi forse qualche mese dall’ultima volta che ho parlato della Svizzera. Sono a conoscenza che alcuni di voi sono interessati, anzi qualcuno ha anche chiesto di venire con me. Tuttavia ci sono una serie di novità e vorrei spiegarvele di seguito.

Questo viaggio sarà molto particolare perché la mia compagna ha deciso di venir con me e mi ha chiesto di andare assieme. Ne abbiamo bisogno ed è il motivo per il quale non ho confermato a nessuno il “viaggio in carovana”. Me ne scuso ma la decisione non è stata immediata, né tantomeno tanto tranquilla. L’itinerario che è stato definito inizialmente, è cambiato così tanto da essere completamente irriconoscibile.

 

I tornanti della TREMOLA, la famosa strada vecchia fatta di sanpietrini.
I tornanti della TREMOLA, la famosa strada vecchia fatta di sanpietrini.

 

Parliamo di un percorso basato su un tracciato da oltre 90.000 punti, dove ogni strada è stata scelta con cura, ogni località è stata inserita per una particolarità e riportata al tragitto principale tramite strade suggestive ed importanti. Parliamo di un percorso ottimizzato per garantire le giuste distanze giornaliere, in relazione alla possibilità di fare gite ed escursioni fino a tre ore se necessario. Si passa per bagni termali, paesaggi incantati, castelli da fiaba, paesini sperduti, città orgogliose e buon cibo. Tutto questo per dirvi che non è stato semplice e non lo è tutt’ora. Comunque, quando il percorso sarà pronto, pubblicherò il file GPX sul sito.

 

Dettaglio della Tremola.
Dettaglio della Tremola.

 

La partenza sarà nei primi giorni di agosto ma il viaggio è ancora in forse (motivo per cui nella sezione apposita del sito la barra di progresso non sta avanzando). Il motivo? Non abbiamo ancora prenotato gli alberghi e a lavoro si stanno presentando opportunità che potrebbero farlo saltare ma queste cose si appianeranno nei prossimi giorni.

Restate sintonizzati quindi, perché un tragitto del genere vale la pena esser visto.

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *