ITALIA-SVIZZERA: GIORNO 06 – Lucerna e la valle delle cascate

Con oggi abbiamo iniziato il giro di boa. Il viaggio inizia lentamente la sua chiusura ma le avventure sono davvero ancora tante e, purtroppo, anche lo spettro del meteo. Prima di raccontarvi la giornata, vi informo che per i prossimi 3 giorni arriva un maltempo con pioggia fino a 10ml. Stiamo, come promesso, valutando come rimodellare il tragitto e gli orari. Domani sera sapremo di più, e ora vi racconto…

Partiti dal Grafenort ci siamo recati direttamente a Lucerna che ha lasciato stupiti entrambi. Si tratta di una città molto turistica ma ha un numero esorbitante di chiese tutte molto belle. In particolare quella dei Francescani è veramente notevole, curata in ogni minimo dettaglio.

Abbiamo passeggiato e girato la città per ore. Merita sicuramente il Leone Morente, e delle torri (la cui vista non è poi così bella) merita quella dell’orologio. È in sostanza un campanile nel quale potrete ammirare il funzionamento di un gigantesco orologio a pendola (intendo come il Big Beng) con tanto di campana che suona (se le orecchie vi reggono).

La passeggiata per Lucerna si è quindi dimostrata un successo. Non abbiamo fatto il battello o il trenino (roba per turisti), cercavamo qualcosa di molto tipico. In mezza giornata abbiamo fatto tutto e dopo? Dopo con Laura abbiamo deciso di recuperare la tappa persa ieri: la valle delle cascate del Lauterbrunnental

Con 72 tuonanti cascate, rigogliosi pascoli e locande montane appartate, il Lauterbrunnental è una delle più spettacolari riserve naturali svizzere. Specie in primavera, quando l’acqua di fusione scorre ovunque, l’atmosfera si fa piuttosto rumorosa. Nel 1779 la cascata dello Staubbach ispirò a Johann Wolfgang von Goethe la poesia «Canto degli spiriti sopra le acque». Davvero assordante poi lo spettacolo naturale offerto dalle cascate del Trümmelbach: al centro della montagna, si gettano a valle con 10 salti fino a 20 000 litri di acqua al secondo.

Le cascate c’erano, piccole piccole ma c’erano. Non è esattamente la stagione adatta. In compenso ci siamo fatti una passeggiata di circa 8-10 km alla fine della quale abbiamo risolto anche il problema cibo.

Ormai andiamo di supermercato e passa la paura. È stata una buona giornata, speriamo domani sia lo stesso. Meno stancante degli altri giorni ma domani riprende il viaggio. Restate sintonizzati!

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *