BMW F800GS – Tagliando dei 40.000 KM

Ci siamo, la mia BMW è arrivata a 40.000 chilometri ed ora è tempo del tagliando. Questo articolo si occuperà di recensire il comportamento di BMW in merito all’intervento, riportando modalità, costi, servizi e tutto ciò che é affine. La sede incaricata del tagliando è la filiale:

BMW Motorrad di via Anastasio II, 71, Roma

In aggiunta al tagliando, per ragioni lavorative, ho richiesto a BMW una moto sostitutiva dal costo di 30,00 euro al giorno. Ecco il resoconto di come è andata.

La prenotazione

La prenotazione, avvenuta senza alcun tipo di problema e con cortesia, è stata fissata per il giorno 10 mattina. La durata del tagliando, che in caso di officina vuota può essere fatto in 2 ore circa, dipenderà da quanto sono oberati i tecnici.

La consegna all’officina

Arrivato al concessionario ho provveduto a segnalare la mia presenza richiedendo la conferma del servizio di moto sostitutiva. Il mio GS è stato preso in consegna e, al suo posto, mi é stata data una BMW F800GS 2013 con tanto di ABS ed ESA. Nel guidarla, tra l’altro, ho avuto una sensazione molto particolare dovuta alla differenza di sella.

Prima di andarmene, con qualche minuto in più da spendere, ho chiesto il preventivo: 480,00 euro ipotizzati per un intervento. Vorrei far notare che, in questo periodo, su determinati componenti, c’è il 25% di sconto (principalmente liquidi, freni e batteria). Il tagliando dei 40.000 Km. è senza dubbio uno di quelli più costosi.

È il giorno 12 marzo, sono passati 2 giorni dalla consegna della moto e 3 dal momento del ritiro di quella sostitutiva. La BMW mi chiama per dichiarare che, dopo 8.000 chilometri dall’acquisto, la moto ha bisogno di una frizione nuova. 500 euro. Ovviamente, pur rimanendo calmo, faccio notare che dal mio punto di vista, per quanto usata, io ho comprato il GS in “ottime condizioni di manutenzione”. La garanzia still life, in questo caso, non entra in gioco poiché la parte in questione è considerata parte di usura (come la batteria). Ne consegue che, in un futuro prossimo, mi toccherà spendere le 500 euro presso BMW o far uscire la moto dalla garanzia e farla mantenere da un altro meccanico con costi più bassi.

Due parole vorrei spenderle sulla moto in sostituzione. Mi è stata affidata una BMW F800GS del 2013 con ESA, ABS e sella confort. A prescindere dall’altezza, che con la sella confort sale leggermente (toccavo solo con le punte), la moto mi è parsa più leggera e qualitativamente molto gradevole. Alla vista più piccola rispetto il modello precedente. L’ESA, attivato da fermo, l’ho potuto provare poco ma, in una città come Roma, è facile trovare una buca che riveli la rigidità della modalità SPORT e la morbidezza di quella CONFORT. Molto gradevole come esperienza, peccato per l’altezza.  

Il ritiro

Come da accordi mi sono presentato in officina per il ritiro, firmando per la riconsegna della moto sostitutiva. Il GS mi è stato consegnato senza alcun problema con una spesa finale di: 433,43

Gli interventi sono stati i seguenti (così come da scheda BMW):

  • BMW Service.
  • Cambio olio nel motore con filtro e anello.
  • Controllo e del gioco valvole.
  • Impostazione gioco valvole.
  • Corredo Guarnizioni.
  • Semisfera.
  • Sostituzione delle candele di accensione.
  • Sostituzione della cartuccia filtro aria.
  • Cambio liquido freni.
  • Cambio pastiglie freni.
  • Collaudo.
  • Moto sostitutiva.
  • Serraggio paramotore commerciale.

 

Riepilogo

Filiale BMW: BMW Motorrad di via Anastasio II, 71 – Roma Data ingresso: 10/03/2014 – 11:40 Data riconsegna: 12/03/2014 – 17:08 Costo moto sostitutiva: € 25,00 (evidentemente hanno operato uno sconto) Costo totale: € 433,43

Mark-Wells-Xenophya-designs-industrial-designer-motorcycle-concept-zero-carbon

Considerazioni personali

 

Contro

Acquistare una BMW significa, per molti, “essere ricchi”. Peccato che, una moto usata, se la possono permettere studenti e lavoratori di ogni tipologia. Tra comprare una moto e avere il denaro per mantenerla ci passa un abisso. Detto questo comprenderete che da BMW, al momento della vendita, mi sarei aspettato una segnalazione dell’esaurimento della frizione. Per la serie “può scegliere di sostituirla subito da noi o rimandare la spesa” però, per lo meno, avrei fatto un acquisto consapevole. Dovete considerare che, al momento dell’acquisto, la moto era presso il concessionario di via prenestina ed io non ho potuto vederla di persona. Tuttavia al momento dell’acquisto nessuno mi ha prospettato problemi di questo tipo, pur avendo chiesto in che stato fosse la meccanica della moto. Oggi 500 euro, che si sarebbero sommati agli oltre 400 del tagliando, sono decisamente troppe. Inutile entrare nella valutazione del costo unitario del lavoro che su alcune voci è, a mio giudizio, troppo elevato mentre su altre è già più comprensibile (ma questo è un po’ così ovunque).

Pro

Il personale è cortese…sempre…anche quando lo stressi e benché io ritenga che questa sia una dote fondamentale per fare il venditore, oggi è un fattore messo molto in discussione. L’umanità del personale BMW si vede “a discrezione del soggetto con cui hai a che fare” ma c’è. C’è il capo meccanico che esce fuori dall’officina e si ferma a chiedere se sei stato servito, gli spieghi che sei lì per una lampadina e lui, capendo la brevità dell’intervento, esce ti cambia la lampadina e non ti carica la manodopera (altre case lo fanno). C’è il commesso che ti ti fa quadrare il prezzo finale con il preventivo. Insomma, l’umanità e la discrezionalità rendono la BMW Motorrad Italia (almeno la filiale con cui ho avuto a che fare io) un luogo più umano e ospitale…e forse in parte questo risarcisce gli elevati costi.

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *