Tagliando dei 70.000 chilometri…e sto

Bene, è ora di fare un altro tagliando ma, a differenza di tutte le altre volte in cui mi sono recato da mamma BMW…questa volta saggeremo la capacità di Santi Moto (eh sì, ancora una volta). Credetemi, vi renderete conto da soli di quanto sia professionale. Vi dico subito che questo tagliando include una sorpresa che leggerete di seguito…

A seguito dei problemi con la batteria, e con il regolatore di tensione, il faro del GS si era “annerito”. Per questo motivo Alessio Santi mi ha proposto di montare il kit xeno che, sia per risparmio energetico, che per gestione è più conveniente. Oltre a ridurre l’assorbimento della batteria, lo xeno è un gas freddo, pertanto evita l’annerimento della parte interna del faro BMW.

12604914_988925727809711_8747112033192431284_o

Ovviamente, per procedere correttamente all’intervento, è stato necessario acquistare un faro nuovo (su Ebay – circa 170 euro) e il kit xeno. Oltre a questi interventi, sono stati svolti anche:

  • Acquisto del faro nuovo
  • Acquisto del kit xeno
  • Montaggio del faro nuovo
  • Montaggio del kit xeno
  • Cambio olio motore
  • Cambio filtro olio motore
  • Pulizia filtro aria
  • Pulizia e riallineamento corpi farfallati
  • Cambio candele
  • Lavaggio moto
  • Lavaggio catena
  • Revisione + bollino

Durata dell’opera: 1 giorno pieno di manodopera. Portata mercoledì a chiusura, ripresa giovedì sera (più veloci di così).

Costo: 530,00 euro.

In BMW con 530 euro a malapena esci con il tagliando, senza revisione e figuriamoci faro nuovo (che si vendono a 240 euro circa) e kit xeno.

Da notare l’iniziativa: Alessio ha sostituito anche la luce di posizione giallastra con una a LED. Molto più bella esteticamente. A questo proposito vorrei condividere una piccola scoperta.

Se non ricordo male la lampadina a LED a 6 luci non ha funzionato per scarso assorbimento. Il comportamento è il seguente: si gira la chiave, la lampadina si accende ma poi si spegne e sul quadro appare il tasto LAMP.

Usate una lampadina con 12 LED (o 15?).

Considerazioni sugli interventi

Santi Moto si è dimostrato, ancora una volta, ben sopra le aspettative come sempre. Lo potete notare dalle foto che ho postato e che ha scattato lo stesso Alessio. Anche i prezzi mi sembrano oltremodo invitanti.

Il kit xeno mi fu raccomandato inizialmente dal marito di una mia amica. Giorgio, ho colto la palla al balzo per seguire il tuo consiglio (nonché quello dello stesso Alessio). Ora la visibilità è nettamente migliorata.

Per chi non lo avesse ancora montato, mi sembra giusto spendere due parole su questo. Quando il regolatore di tensione è in procinto di rompersi, generalmente l’anabbagliante ne risente fulminandosi ma, poco prima, eroga così tanta luce (voi non ve ne accorgete) che diventa incandescente, fuma e si spacca. Questo fumo va a riempire la camera “stagna” del faro BMW che, proprio per sua natura, non è lavabile.

IMG_6518

Ecco cosa succede al vetro una volta che la lampada diventa incandescente e si spacca. La parte superiore del faro si appanna completamente rendendo difficile alla luce filtrare e illuminare correttamente la strada. Ma c’è dell’altro. Osservate bene queste due foto.

IMG_6519

IMG_6519Zoom

Come mi ha fatto notare Alessio, oltre all’opacizzazione del vetro, il fatto che la lampadina sia diventata incandescente ha provocato una lenta fusione della plastica interna. Noterete le increspature sotto il porta lampada, con l’evidente spaccatura indice del fatto che la plastica ormai è destinata a cuocersi. Tra l’altro la lampadina è leggermente storta per via di questo fenomeno.

Di conseguenza il problema è che al 2-3 cambio di lampadina il vostro faro è opaco, nero e la luce non filtra più. Ora sapete perché mi è stato raccomandato il cambio faro (che di per sé non è necessario per montare lo xeno) e perché sono passato a questa tecnologia. Ovviamente c’è anche un motivo più pratico: lo xeno di notte cambia radicalmente la visibilità del manto stradale e chi viaggia parecchio in notturna (io lo faccio spesso), troverà un profondo giovamento.

Foto

Come sempre Alessio ha scattato delle foto per registrare gli interventi fatti. Io la considero una grande forma di professionalità e trasparenza. Ve le faccio vedere perché sono veramente belle.

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *