SW-MOTECH Drybag 180: dopo un anno i primi problemi

Ve lo avevo promesso! Un aggiornamento doveroso dei prodotti dopo il loro utilizzo. Questa volta è il turno della borsa stagna Drybag 180 di SW-Motech. Purtroppo sono comparsi alcuni problemi.

drybag180

Circa un anno fa, acquistai una Drybag 180 di cui sono stato (e sono) molto soddisfatto. Trovate l’articolo qui. A distanza di poco meno di un anno aggiorno quell’articolo con un’informazione non troppo felice.  Quelle che vedete di seguito sono due foto scattate ieri mattina e dalle quali è possibile notare un’usura della guaina che protegge la zip principale.

drybag180_rottura01

L’usura non influisce nella impermeabilità della borsa quando la chiusura è arrotolata ma, certamente, potrebbe influenzare la sua resistenza all’acqua in condizioni diverse. La cosa che sorprende è il tipo di rottura. Sembra, infatti, che sia causata da un’irrigidimento del materiale che costituisce la guaina protettiva. Questa borsa ha un uso moderato: viene impiegata settimanalmente per trasportare vestiti e, generalmente, viaggia alloggiata all’interno del bauletto laterale. Ma vediamo meglio la rottura.

drybag180_rottura02

 

Si tratta di una vera e propria spaccatura che si sta aprendo lentamente lungo la parte longitudinale della zip. Sembra, come scrivevo prima, che la guaina si sia irrigidita e, perdendo l’elasticità, si sia spaccata. Questo è un peccato, soprattutto per un prodotto SW-Motech che, generalmente, è di altissima qualità.

drybag180_rottura03

Anche alcune sezioni latitudinali si stanno iniziando ad infossare e temo che si romperanno presto. Ripeto che questo problema, tuttavia, non affligge l’impermeabilità complessiva della borsa quando la chiusura è arrotolata a dovere. Ho ritenuto, comunque che doveste saperlo.

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *