Recensione: borsa da manubrio Wunderlich

Oggi voglio parlarvi di un prodotto che ho acquistato per il mio GS e di cui sono veramente molto soddisfatto: la borsa da manubrio Wunderlich BarBag.

Quando ho effettuato l’acquisto ero molto incerto in merito alle dimensioni. In precedenza avevo la “sorella piccola” ma in questo caso ho fatto le cose in grande ordinando la versione XL e, dopo averla montata, ho effettuato un test completo.

Ergonomia

La borsa si presenta solida e ben costruita sia in termini di resistenza, sia in termini di cuciture. Il fondo è semi-rigido e può essere ammorbidito togliendo il piccolo fondale in plastica.  Sul GS 800 calza meravigliosamente bene e conferisce alla moto un aspetto più solido.

A differenza del modello più piccolo la borsa è dotata di due tasche, di cui una frontale. Entrambe sono protette dalla pioggia tramite cerniera spalmata e dal coperchio della borsa.  La borsa viene fornita munita di tracolla che facilita lo spostamento in caso di bisogno.

Un problema potrebbe essere nella dimensione di questa borsa che, in taluni casi, potrebbe ostruire la lettura del navigatore o di altri dispositivi se montati su un tubolare di sostegno del capolino. Vi faccio capire meglio con una foto ufficiale.

Notate che il supporto per il navigatore è parzialmente nascosto dalla borsa? Questo potrebbe comportare che l’accesso allo schermo possa risultare leggermente scomodo. Valutate la taglia L invece che la XL.

La finestra per il telefono

La novità di questa borsa consiste nell’inserimento di un alloggiamento per lo smartphone sulla parte superiore. In realtà questa tasca è veramente un punto di pregio.

La tasca del telefono è una composizione multistrato di tessuto. Molto solido ma il cavo di ricarica?

L’ampiezza della finestra consente di inserire cellulari con schermo fino a 5 pollici e l’aggancio è veramente solido, costituito da una serie di strati in velcro che bloccano il cellulare e lo mettono al sicuro dalle intemperie. Il cavo di ricarica può essere fatto arrivare all’alloggiamento senza particolari problemi anche se una delle linguette potrebbe creare qualche problema.

Durante il viaggio la finestra rende lo schermo particolarmente leggibile.

Durante la navigazione la lettura è perfetta e la superficie in plastica riesce comunque a farvi comandare senza troppo sforzo il vostro smartphone.

Amato e odiato velcro

Il velcro è il punto debole. La striscia di aggancio del coperchio è stretta e questo potrebbe provocare l’apertura accidentale del coperchio durante il viaggio, soprattutto se il capolino non è sufficientemente alto. Questa cosa mi è successa decine di volte con la sorella minore, vediamo cosa accade con questa maggiore. Sicuramente il peso del cellulare contribuirà ad evitare che ciò accada. Wunderlich. Ricordate che potete aggiungere del velcro anche da soli, andando a rafforzare l’aggancio.

Anche per i punti di aggancio il velcro rischia di essere “stretto” e di non permettere il corretto tiraggio della borsa. Detto questo tenete a mente che nella versione XL è già più difficile che questo avvenga.

Capienza

Niente da dire sulla capienza che si traduce in una vera borsa XL che può contenere tantissimi oggetti di immediata reperibilità (telepass, monete, cavi, ecc…).

Rispetto la versione senza finestra manca il porta penne. Una perdita poco importante considerando che potrete mettere le penne in una delle tasche.

Raccomandato? Assolutamente!

Assolutamente sì, un articolo irrinunciabile per chi si sposta solo in motocicletta e vuole qualcosa che gli consenta di trasportare oggetti senza perdere tempo e di buon materiale (vi ricordo che parliamo di cordura).

Galleria fotografica

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *