Italia-Olanda: Giorno 06 – Rotterdam

L’arrivo a Rotterdam è stato deludente, c’è poco da fare. Rispetto alle altre città olandesi ci è apparsa inizialmente fredda e poco storica.

Dovete considerare che noi venivamo da Utrecht che è piccola e molto universitaria, quindi piena di vita. Amsterdam che si commenta da sola e siamo arrivati in una “qualsiasi” città con molto traffico di macchine.

La città ha un’architettura moderna al punto tale che alcuni scorci ricordano una New York anni 70. Scordatevi quindi canaletti e casette tradizionali.

Andate a vedere le attrazioni principali come le case cubiche di Piet Blom, una rivoluzione creativa e cromatica.

Noi ci siamo mossi prevalentemente a piedi. Il noleggio con le biciclette O-Bike secondo me non è conveniente perché vi perdete la possibilità di girare anfratti che a piedi sono stupendi da vedere. Inoltre con O-Bime abbiamo riscontrato che sono segnalate molte più biciclette di quante ce ne siano in realtà.

Het Park è meraviglioso e offre scorci notevoli anche di abitazioni lussuose. È una splendida distrazione.

Un’abitazione ad Het Park

Poco distante c’è la torre Euromast uscite verso i canali e costeggiate il parco a destra, troverete una colonia di conigli (spero).

I mulini vicino Rotterdam

Esiste una linea navale chiamata brutalmente waterbus valutate di usare quella per gli spostamenti nella zona dei mulini. Questa cartina può aiutarvi.

La cucina

Abbiamo trovato alcuni piatti tipici nel nostro viaggio ma di realmente originale hanno poco: ereditano dalla Germania, qualcosa dalla Francia e molto dall’Italia.

Si tratta per lo più di piatti unici sia di pesce che di carne. Però a Rotterdam siamo andati a mangiare qui

Restaurant “Bierhandel” De Pijp, Gaffelstraat 90, 3014 RM Rotterdam, Paesi Bassi

E ci siamo trovati benissimo. Personale molto cortese e tutto molto buono. Il dolce che abbiamo assaggiato si chiama qualcosa simile a “‘Ze Packett” (è scritto male sicuramente). Provatelo senza Gran Marnier o anche con…speciale!

Il locale, tra l’altro, è il più antico di Rotterdam e all’interno si respira un’aria particolare. È molto “inglese” di quei locali dell’Inghilterra anni 60-70. Quella dei “giovani arrabbiati” della rivoluzione dei Beatles.

Tanta attività fisica

Donne che fanno sparring all’aperto. Corsa, palestre sui moli, improvvisate da trainer professionisti. Pare che gli olandesi tengano molto alla salute del corpo neanche fossero spartani. Sono molto cordiali tra l’altro.

Parcheggiare le biciclette e le moto

Entrambe non pagano il parcheggio e possono essere posteggiate sul marciapiede: ho chiesto l’informazione direttamente ad un poliziotto.

Oddio, parcheggiare il GS sul marciapiede non è il massimo. In assetto da viaggio non è proprio una silfide.

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *