Italia-Olanda: Giorno 07 – Mulini

Per andare a Kinderdijk decidiamo di prendere il waterbus, molto più economico delle linee private.

Questa è la mappa del percorso per Kinderdijk e di tutte le altre mete fatte dal bus.

Il luogo dei mulini dista 10 km da Rotterdam. Una passeggiata da 2 ore mentre in bicicletta è circa la metà. Il punto è che non ce la siamo sentiti perché durante l’anno non guidiamo bici e l’assenza del cambio avrebbe reso tutto molto complicato.

Il waterbus è un’idea molto comoda e nessuno vieta di tornare in bici o a piedi. Sui waterbus è possibile caricare le biciclette.

L’esperienza del parco non è stata niente di che, in compenso abbiamo trovato una coppia di motociclisti italiani che avevamo visto e salutato nella diga di 30 km ieri pomeriggio. Abbiamo passato la giornata con loro che si sono appena diretti verso Anversa o giù di lì: buona strada ragazzi.

Fermi alla banchina traghetti cerchiamo di capire come tornare sulla parte di penisola che ci permetterà di tornare a Rotterdam. La città non è piaciuta neanche ai nostri amici italiani perché, venendo da Utrecht, hanno vissuto un “peggioramento” della tipicità del luogo circostante.

Sono le 16:30 e ho una fame non indifferente. Alla fine questa è stata una giornata quasi del tutto sprecata considerando che i mulini li avevamo già visti. Potete accedere al parco gratuitamente: i biglietti si pagano per il battello che costeggia i mulini o per entrare a vedere l’interno di questi.

Accanto a me c’è un olandese che sta leggendo “La Casa sul Mare” (da quel poco di olandese che capisco). Il punto è che ha unghie e scarpe sporche di terra, e nel complesso non ha alcun oggetto tecnologico con sé. Sembra Mick Jagger.

All’ultimo momento abbiamo deciso di separarci. Laura ha preso la bici ed io ho proseguito via traghetto. La seconda o-bike non era umanamente utilizzabile e lei ci teneva a fare questa esperienza. È strano esser qui senza di lei, e confesso che ho un po’ paura per lei. Sono consapevole che c’è un basso rischio nella situazione ma quando viaggi con qualcuno che ami e te ne separi, non puoi fare oggettivamente a meno che essere in pensiero per quella persona. Inoltre ho finito i giga disponibili, ciò rende tutto molto più complicato poiché porta me nella condizione di esser raggiungibile solo tramite canali ordinari. Coraggio piccola.

Tutto alla fine è andato bene e ora cena…ma dove?

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *