Itinerari: Piani del Rascino

Ci siamo, ecco una gita particolare e che ho avuto modo di conoscere tramite il racconto di un amico. Si tratta di raggiungere i Piani di Rascino, per alcuni simile ai Piani di Castelluccio. Si tratta di una zona montuosa ma prevalentemente pianeggiante in cui, semplicemente, non c’è niente se non la natura. L’asfalto, quando c’è, non è dei migliori: ci sono buche simili a quelle romane (crateri) ma non dovendo correre non rappresenteranno un problema.

Non ci saranno vere e proprie strade bianche ma in un tratto particolare mancherà l’asfalto e al suo posto ci sarà una terra battuta molto compatta, quindi niente difficoltà di guida. La gita non contempla autostrade e prevede un percorso complessivo di circa 6h (praticamente tutto il giorno) con un’ora di pausa pranzo.

Qualche informazione

Siamo nel Lazio, in provincia di Rieti ma a pochi km dal confine con l’Abruzzo.

Esteso per 7 km circa in lunghezza e 5 km in larghezza, si trova ad una altitudine di circa 1150 m sul livello del mare circondato da cime che raggiungono i 1500 m nei pressi del versante sud-orientale del Gruppo montuoso del Monte Nuria (1888 m). È collegato all’adiacente Altopiano d’Aquilente in comune con il territorio di Petrella Salto e a quello di Cornino ai confini con i territori di Antrodoco e Scoppito. Vi è presente un lago carsico, il lago di Rascino, di origine meteorica con estensione variabile in funzione della stagione e circondato da un canneto.

È un luogo isolato, quasi incontaminato e dall’interessante risvolto naturalistico con presenza di alcuni agriturismi, usato in estate come pascolo per le mandrie di allevatori delle zone circostanti, mentre in inverno è possibile praticarvi lo sci di fondo nonostante la quota non particolarmente elevata. D’estate è possibile praticare trekking a piedi, a cavallo e in MTB.

 

Schermata 2015-10-24 alle 02.21.49

 

Dati Tecnici

Distanza stimata: 300 km

Durata stimata: 6 h 30m

Difficoltà stimata: ♜♜♜♖♖

Link alla mappa:

 

Elementi di attenzione

 

  • Asfalto sconnesso
  • Strade sterrate incluse
  • Meteo potenzialmente variabile
  • Temperature troppo basse in inverno

 

Consigli utili

  • Portatevi acqua.
  • Portatevi qualcosa da mangiare perché, benché ci sia un agriturismo, non è detto che si riesca a pranzare. Meglio avere qualcosa con cui riempire lo stomaco all’occorrenza.
  • Portatevi antipioggia e vestiti a strati: andiamo in montagna.

 

Qualche foto

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Itinerari: Piani del Rascino”