RECENSIONE: Paramotore GIVI TN5103

Per proteggere la F 800 GS mi sono rivolto ad un prodotto GIVI che unisce una buona estetica ed un buon rapporto qualità-prezzo: il paramotore TN5103

Considerazioni generali

Il TN5103 è un prodotto molto versatile, compatibile con diversi tipi di moto BMW tra cui: BMW F700GS F800GS (2013-2017). La protezione parte dal basso (subito sopra la curva dei terminali) e prosegue fino al radiatore andando a proteggere anche le bocchette dei deflettori laterali. Esteticamente è un prodotto migliorabile, soprattutto la parte davanti al radiatore ma comunque è pensato bene rispetto a quelli della concorrenza. Ha un costo di circa 150-160 euro ed un’installazione in apparenza abbastanza semplice, cosa che lo rende immediatamente applicabile anche dalla persona meno esperta.

Installazione

La bulloneria fornita con il paramotore.

La GIVI ha cercato di produrre un prodotto che fosse il più compatibile possibile e questo è sicuramente un merito. Tuttavia in taluni casi si leggono recensioni che generano perplessità. Su Amazon il signor F. scrive:

Ottima protezione, montaggio meno semplice del previsto.. istruzioni con passaggi sbagliati. I fori non combaciano talmente tanto che una martellata non guasta!
Consigliato.

Avendo acquistato questo prodotto vi posso raccontare in prima persona la mia esperienza, intanto vi dico che l’installazione del paramotore TN5103 mi ha richiesto 2 ore.

Cosa non ha funzionato

La GIVI potrebbe (e dovrebbe) migliorare le istruzioni di questo prodotto. Il commento del signor F. (che inizialmente avevo considerato eccessivo) si è rivelato quasi del tutto corretto.  Partiamo dal principio.

Le istruzioni non hanno una spiegazione testuale ma solo visiva e, almeno nel modello F800GS 2017, sul fianco di sinistra avrete un problema. Uno dei fori in cui inserire la staffa di supporto del telaio è occupata da uno stop BMW utilizzato per far passare un tubicino. Ovviamente quello stop dovrete estrarlo (non succede niente). Libererete così il passaggio al foro filettato necessario per inserire la staffa.

Altro esempio. Nel tubolare frontale basso, quello che unisce la parte destra e sinistra, manca la spiegazione che mostra l’inserimento delle guarnizioni elastiche.

Altro esempio ancora, il promotore è agganciato in basso (sotto il carter dell’olio) e in alto. Questo secondo aggancio richiede che voi leviate un tappo di plastica BMW e inseriate un adattatore GIVI con dentro uno spessore filettato. Quando serrerete la vite, questa allargherà l’adattatore facendolo funzionare come uno stop. L’inserimento di questi adattatori risulta particolarmente ostile. Mentre quello di destra è andato dentro senza problemi, quello di sinistra ha richiesto l’ausilio di un martello gommato con il quale spingere dentro il supporto. Fate l’operazione con la vite inserita o rischierete che lo spessore dentro si sganci per vita delle martellate. Poi levate la vite e agganciate il paramotore.

Altro esempio ancora: secondo le istruzioni (che trovate in allegato) gli strumenti richiesti sono 2:

  • Una chiave a brucola da 6.
  • Una chiave inglese da 13.

Per completezza vi segnalo precisamente l’immagine sul foglio d’installazione.

 

Questa informazione è falsa. Vi servirà una chiave inglese 13 per le viti attaccate al paramotore, una 15 per quelle di collegamento staffa-motore, una chiave a brucola da 6 per le viti di aggancio frontali e una più piccola per il componente che unisce i tubolari. Quindi:

  • Chiave inglese 15
  • Chiave inglese 13
  • Chiave a brucola da 6
  • Chiave a brucola più piccola (scusate non ricordo la misura)

A livello strutturale, ho seguito pedissequamente le istruzioni. In nessun passaggio è stato richiesto il frena-filetti ossia il componente che consente di “incollare” i metalli. Tenete presente che la mia intenzione sarebbe stata di mettere quello “medio” ma, fidandomi della GIVI, non l’ho applicato (speriamo bene). C’è però un problema con la componentistica e con le istruzioni. Le viti che si inseriscono nel tubolare inferiore hanno già il frenafiletti e questo rende impossibile inserirle adeguatamente.  Vi spiego bene… Le istruzioni GIVI ufficiali mostrano il disegno seguente:

 

Come potete notare nell’esplosione del riquadro D, è necessario bloccare il raccordo con due viti. Prima di tutto nel disegno manca l’inserimento delle due guarnizioni in gomma. Inoltre l’inserimento delle viti è molto ostico per via del frenafiletti che le bloccherà a metà corsa e rischierà, come è successo a me, di spanare la testa. Non si capisce perchè GIVI non abbia aggiunto viti con testa esagonale come da tutte le altre parti, soprattutto considerato che quella zona è più difficile da raggiungere. Io sono riuscito ad inserire una sola vite e, per di più, senza neanche riuscire ad avvitarla del tutto per via della testa che si è letteralmente spanata. Ciò nonostante il prodotto è veramente saldato a se stesso grazie alla barra superiore. Tenete anche presente che la figura totale riportata sopra l’esplosione non è errata. È l’immagine di una versione del TN5103 in cui esiste una raccordo esterno (sicuramente esteticamente meno bello) che univa i tubolari.

Cosa ha funzionato

Il resto della bulloneria si è infilata perfettamente. L’intero paramotore è di una solidità veramente appagante ed il prodotto è ben rifinito. Il signor F. aveva ragione: prodotto ottimo ma istruzioni completamente da rivedere e, con l’occasione, consiglierei a GIVI di correggere quelle viti a testa cava. Non sapete quanto avrei voluto avere quelle due viti con testa esagonale invece che quelle con testa cava.

Considerazioni finali

Prima di lasciarvi alla galleria fotografica vorrei spezzare una lancia a favore di GIVI. Prima di effettuare l’acquisto potete veramente prendere contatto con l’azienda e chiedere l’effettiva compatibilità o suggerimenti. GIVI sta facendo grandi passi nel mondo motociclistico e li sta facendo migliorando i suoi prodotti concretamente. Questo ve lo dico non per fare pubblicità ma perchè in primis ho avuto riscontri con l’azienda che, a differenza di altri, ci mette la faccia. Potete scrivere via mail, telefonare e sarete davvero aiutati.

Documenti utili

Galleria fotografica

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “RECENSIONE: Paramotore GIVI TN5103”