Bambini e Moto

Questa estate la mia moto è stata letteralmente presa da assedio dai bambini. Curiosi, sognatori, coraggiosi, volevano sapere e fare di tutto. Ecco qualche piccolo consiglio dato dalla mia esperienza.

Proveranno a “scalare” la moto mettendo le mani sul motore. Fate in modo che non sia caldo e spiegategli con calma il comportamento corretto. Non lasciateli mai soli durante la salita è la discesa, fatela fare a loro ma siate pronti a sorreggerli. Vi chiederanno di accendere il motore, fatelo fare a loro spiegandogli prima il significato dei tasti. Vi consiglio di trattenere l’acceleratore con due dita in modo da evitare sgassate a freddo!

 

Usate il cavalletto centrale se lo avete e appoggiatevi alla parte posteriore della moto, i piccoli esploratori si dimenano in sella e la prudenza non è mai troppa. I bambini non sono stupidi e sono più curioso degli adulti se gli spiegate perché una cosa non deve essere fatta, lo capiranno e si fideranno. Non perdete l’occasione di creare qualcosa di mistico intorno alla moto, gli piacerà da morire.

 

…è come cavalcare un drago d’acciaio !

 

Così ho spiegato cosa si provava e sono subito voluti salire. Infine, ma non meno importante, chiedete/aspettate sempre il consenso del genitore e prima di farli salire spiegate cosa andrete a fare. 

 

Li faccio salire in sella e accendere il motore ma la moto è in sicurezza e non può partire, le ruote non girano. 

 

Questo tranquillizzerà tutti e permetterà ai genitori di concentrarsi sul momento (macchina fotografica e compagnia bella). Vedere i bambini in contatto con la moto è un’esperienza interessante. La loro curiosità li spinge ad imparare il giusto comportamento. Una volta che gli avrete detto come salire e perché salire in quel modo, difficilmente faranno qualcosa di diverso.

 

Altro discorso è portarli con voi. È fondamentale che il bambino tocchi le pedane con i piedi e abbia la corretta attrezzatura: non trascurate questi aspetti sono fondamentali. Ho trascorso l’estate all’interno di un comprensorio in cui qualche genitore portava i figli piccoli dietro di loro, senza casco benché a velocità ridotta. Non potete sapere cosa c’è sulla strada anche se andate a velocità molto bassa. Evitate di far correre inutili rischi a vostro figlio o al bambino che ha deciso di fidarsi di voi.

Rispondi