Gita a Fiumata e dintorni

Lasciamo il traffico di Toma e ci dirigiamo a Fiumata, in provincia di Rieti, dove ci fermiamo all’Osteria Fiumata che si affaccia sul lago del salto per mangiare qualche piatto appetitoso.

Laura non è mai stata in questa zona ed io voglio farle vedere l’entroterra per farle capire prego e difetti si un territorio tanto duro quanto magnifico. Prima di partire ho contattato il signor Bruno, già conosciuto alla gita (fallita) alle Gole dell’Obito.

L’idea è di partire da Fiumata e salire verso Marcetelli e scendere a Collegiove dove prendere il caffè dalla Signora Gabriella. La strada SP29 è peggiorata rispetto l’ultima volta, davvero molto; che vergogna trattare il territorio in questo modo. Gabriella apre la saracinesca in tempo e noi ci ritroviamo immersi nel suo bar che sa di casa.

Il mancato incontro con Bruno mi spinge a raccontare a Laura come mai io conosca queste sue persone e lo faccio sulla panchina antistante il bar. Proseguiamo il nostro viaggio verso il lago del Turano, i miei pensieri rincorrono sia Gabriella che Bruno, buona fortuna ragazzi perché l’inverno è alle porte e lì la cosa si fa dura.

Il lago del Turano è magnifico in questa stagione.

Il lago è bellissimo, c’è un silenzio rotto solo a volte da urla distanti di ragazzini non troppo educati ma la calma e il calore del sole mitigato dal venticello rende tutto così piacevole. Laura dorme e io scrivo guardandomi intorno. Questa volta siamo andati al Bar del Carpinista. La giornata è stata davvero incantevole.

Condividilo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *