Garmin: non ci siamo proprio

Ed eccoci al momento in cui, rispetto al passato, il navigatore Garmin XT (uscito da poco sul mercato) comincia a fare cilecca ma il problema non è l’ingegneria del prodotto ma l’affidabilità delle mappe.

Le coordinate 42.116045,12.750783 rappresentano una strada in una località del Lazio chiamata Moricone: in questa località sorge un allevamento di Alpaca di cui ho scritto in questo articolo. Il problema però è che questa strada, che esiste per Google Maps, Apple Maps, TomTom, non esiste per Garmin e a riprova di quanto vi sto dicendo, vi invio alcuni screenshot di confronto.

A sinistra la mappa così come viene disegnata da Garmin e a destra quella di Google: più completa e soprattutto con la presenza della famosa strada mancante! Questo problema si presenta in molte altre zone d’Italia: un altro esempio è rappresentato dalla strada che porta alle cascate delle Marmore ma questo è stato corretto con la mappa 2023.1, vi faccio vedere la situazione.

A sinistra c’è la mappa 2021.3 e a destra la 2023.1: c’è da dire che quindi questo problema non esiste più ma restano comunque tantissime altre zone di differenza con (ad esempio) Google Maps o TomTom. Un altro esempio è di un ristorante nel viterbese (molto buono) che si chiama L’Orto di Hans.

Ci sono voluti anni affinché Garmin si accorgesse dell’esistenza di un ristorante che è in quella zona da ben prima del 2021. Anni nei quali gli altri player (Google e TomTom) potevano vantare una mappatura più accurata. Un esempio ancora più eclatante è il fosso di Vallerano, di cui ho scritto e fatto video (per esempio qui). Vi allego un confronto tra le mappe Garmin delle varie edizioni e quella Google per scoprire la fondamentale differenza di accuratezza.

Come si può notare dalla versione 2021.3 alla 2023.1 le differenze sono minimali, praticamente imparagonabili a quelle di Google che invece non solo riporta molte più strade ma addirittura gli esercizi commerciali presenti all’interno di questa zona!

Conclusioni

Nella speranza che Garmin possa acquisire una banca dati più aggiornata sia delle strade che dei punti d’interesse, non si può fare altro che notare quanto gli altri stradari risultino essere più dinamici nel presentare contenuti più nuovi e precisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.